Text Size
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button


Articolo 1) E’ costituita una Associazione denominata: “AndriaDuePuntoZero”.

Articolo 2) L’Associazione ha sede in Andria alla Via Carlo Troya n. 14.

Articolo 3) La durata dell’Associazione è illimitata.

Articolo 4) L’Associazione, non ha scopi di lucro e non può distribuire neanche in modo indiretto utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge. L’Associazione mantiene ed estende i contatti con le aziende, i professionisti, gli Enti Pubblici e Privati, la Pubblica Amministrazione e Associazioni temporanee di impresa; l’Associazione potrà prevedere anche le richieste di patrocinio dei Ministeri, degli Enti Pubblici, dell’Amministrazione Pubblica e dello Stato; essa si prefigge:

a)    realizzazione di attività di promozione del territorio;
b)    valorizzazione dei prodotti tipici locali;
c)    promozione di eventi legati al turismo;
d)    attività di comunicazione istituzionale;
e)    attività editoriali;
f)    promozione e realizzazione di eventi culturali;
g)    attività di formazione;
h)    sviluppo e promozione dell’innovazione tecnologica sul territorio;
i)    attività sportive e ludico ricreative.

Per il raggiungimento delle suddette finalità, l’Associazione intende svolgere le seguenti attività:

1) organizzazione di convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film e documentari, concerti e arte-terapia, progetti di sviluppo sociale urbano e di tutela dell’ambiente;
2) valorizzazione dei prodotti tipici locali, realizzazione di eventi fieristici e seminari che esaltino gli aspetti salutistici delle tipicità locali, promozione di convegni per l’approfondimento di tematiche del mondo produttivo, dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura e del terziario; promozione e sviluppo di sistemi informativi aziendali atti a stimolare l’interconnessione tra realtà produttive e il commercio elettronico;
3) promozione di eventi legati al turismo, realizzazione di itinerari eno-gastronomici, promozione di eventi storico-culturali e di tutela del patrimonio artistico e architettonico, attività di formazione per operatori turistici, gite, viaggi, interscambi culturali ed altro;
4) pubblicazione e divulgazione di un bollettino, pubblicazione di atti di convegni, di seminari, degli studi e delle ricerche a mezzo stampa, web, supporti digitali e fonografici;
5) attività di comunicazione mediante interfaccia con la Rete Civica Comunale e Servizi Pubblici, attività di divulgazione radiofonica, televisiva, informatica e a mezzo stampa e web, nonchè attività di marketing e promozione di Enti Pubblici, adozione e promozione di un proprio marchio;
6) promozione di eventi culturali in ambito musicale, cinematografico, artistico, teatrale, letterario; organizzazione di concerti, rassegne, mostre, rappresentazioni, forum, esperimenti di letture collettive e altro;
7) promozione e realizzazione di corsi di formazione, qualificazione e riqualificazione professionale; l’Associazione potrà vendere o affittare materiale didattico per i corsi stessi. L’Associazione potrà essere inclusa fra gli organismi accreditati per lo svolgimento delle attività formative di carattere regionale e provinciale secondo le modalità e procedure di legge, beneficiando di ogni agevolazione e contributo di carattere Comunale, Provinciale, Regionale e Comunitario;
8) promozione di attività di ricerca scientifica, innovazione tecnologica, marketing, vendita, acquisto di attrezzature, impianti e beni strumentali; acquisto e realizzazione di software;
9) partecipazione nei mercati Nazionali ed Esteri a gare di appalti indetti da Enti Pubblici e Privati;
10) creazione di aree espositive per l’organizzazione di eventi di cui ai punti precedenti, nonché la consulenza per la realizzazione, la progettazione e la gestione di impianti ed aree espositive;
11) ogni altra attività che si colleghi alle iniziative sopra elencate.

In caso di scioglimento e di liquidazione dell’Associazione, il patrimonio residuo dell’Ente sarà devoluto ad altra associazione con fini analoghi o per finalità di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’Art. 3 Comma 190 della Legge 23 dicembre 1996 numero 662 se istituito.

Articolo 5) Possono essere soci dell’Associazione i cittadini italiani o gli stranieri residenti e non in Italia che siano interessati al conseguimento degli scopi sociali e che non abbiano interessi contrastanti con quelli dell’associazione stessa. Potranno aderire altresì, enti pubblici e privati aventi finalità e scopi culturali.
I soci saranno classificati in tre distinte categorie:

SOCI FONDATORI: i soci fondatori sono quelli che hanno partecipato alla costituzione dell’Associazione;
SOCI ONORARI: i soci onorari sono designati dal Consiglio Direttivo tra coloro che si sono distinti per particolari benemerenze nel campo artistico-culturale;
SOCI ADERENTI: i soci aderenti sono tutti i soci non ricompresi nelle suddette categorie.


La qualità di socio comporta la possibilità di frequenza all’Associazione ed alle manifestazioni dalla stessa organizzate.
L’Associazione si riserva un periodo della durata di mesi sei per la valutazione circa l’eventuale ingresso di nuovi Soci Fondatori per un numero massimo pari a tre.

Articolo 6) All’Associazione possono aderire persone fisiche di età non inferiore a sedici anni;

Articolo 7) La presentazione della domanda di ammissione và indirizzata al Consiglio Direttivo che deve valutare tale istanza ed accoglierla o respingerla entro trenta giorni. Una volta entrato a far parte dell’Associazione, l’associato è tale a tempo indeterminato ed è tenuto al pagamento della quota associativa annuale determinata come appresso. Nel caso la domanda venga respinta, l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncia, in via definitiva, l’Assemblea ordinaria. La quota associativa consiste nel versamento della quota in denaro che verrà fissata annualmente dal Consiglio Direttivo.

Articolo 8) L’appartenenza all’Associazione ha carattere libero e volontario, ma impegna gli aderenti al rispetto delle risoluzioni prese dai suoi organi rappresentativi, secondo le competenze statutarie.

Articolo 9) La qualifica di socio non può avere carattere di temporaneità e si perde:

a)    per dimissioni, da comunicarsi per iscritto almeno tre mesi prima dello scadere dell’anno;
b)    per morosità che si protragga per almeno due annualità; la perdita della qualità di associato si ha dopo due mesi dall’ultimo invito ad effettuare il pagamento della quota associativa annuale, scaduta;
c)    per espulsione, in seguito a motivi gravi riconosciuti dal Consiglio Direttivo e ratificati dall’Assemblea che, appositamente convocata dal Consiglio stesso ne farà menzione nel verbale.

Articolo 10) Gli organi sociali sono:


-    il Presidente;
-    il Segretario;
-    il Tesoriere;
-    il Consiglio Direttivo;
-    l’Assemblea.

Articolo 11) Le convocazioni dell’assemblea sono fatte mediante avvisi affissi alla bacheca dell’Associazione e consegnate, anche a mano, agli associati almeno quindici giorni prima della data fissata per la riunione. L’assemblea, in prima convocazione, è legalmente costituita quando sono presenti i due terzi dei soci iscritti ed in regola con i pagamenti delle quote. In seconda convocazione essa è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci presenti, e può essere tenuta trascorsa almeno un’ora dalla prima convocazione. L’assemblea è convocata ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga utile e almeno una volta ogni anno sociale, nonché ogni qualvolta ne venga fatta domanda scritta da almeno un quinto dei soci. L’assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione e, in sua assenza, dall’associato appositamente designato dall’assemblea. L’assemblea ordinaria delibera, in prima convocazione con la maggioranza semplice di tutti i soci aventi diritto al voto mentre, in seconda convocazione, con la maggioranza semplice dei presenti. L’assemblea straordinaria si costituisce son la presenza di almeno i due terzi dei soci iscritti ed in regola con i pagamenti delle quote e delibera sia in prima che in seconda convocazione con la maggioranza di almeno i due terzi dei presenti. Le deliberazioni prese in conformità allo statuto obbligano tutti i soci, anche se assenti, dissenzienti o astenuti dal voto. Qualunque possa essere la qualifica del socio, lo stesso ha diritto, sia in assemblea ordinaria che in quella straordinaria ad un voto, e può farsi rappresentare, a mezzo di opportuna delega, da un altro socio. Ogni socio può avere la rappresentanza di un solo socio.

Articolo 12) All’assemblea ordinaria compete:


a)    l’approvazione della relazione del Consiglio Direttivo e del Bilancio Annuale, che contenga un puntuale rendiconto economico e finanziario;
b)    la nomina del Consiglio Direttivo;
c)    l’esame del programma di attività dell’anno sociale successivo;
d)    l’esame di altri eventuali argomenti che siano stati messi all’ordine del giorno a norma dell’articolo seguente.


Articolo 13) Le proposte che i soci intendono portare all’ordine del giorno dell’assemblea ordinaria, devono essere presentate al Consiglio Direttivo almeno trenta giorni prima della data dell’assemblea stessa. Le proposte saranno poste all’ordine del giorno se fatte almeno da un decimo dei soci o se il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno.

Articolo 14) Il Consiglio Direttivo è composto di quattro membri eletti dall’assemblea.

Articolo 15) Il Consiglio Direttivo elegge nel proprio seno il Presidente ed il Segretario. Al Presidente spetta la rappresentanza legale dell’Associazione e la firma sociale di fronte a terzi ed in giudizio.

Articolo 16)
Spettano al Consiglio Direttivo tutti i poteri, ed in  particolare, provvedere a qualsiasi atto di ordinaria e straordinaria amministrazione, in particolare esso:

-    cura l’attuazione delle decisioni dell’assemblea;
-    promuove ogni iniziativa atta al conseguimento degli scopi sociali;
-    redige il bilancio preventivo e consuntivo che deve contenere un puntuale rendiconto economico e finanziario;
-    attribuisce responsabilità specifiche di lavoro, sentiti gli interessati;
-    cura l’immagine pubblica dell’Associazione.

Alla fine di ogni anno sociale, il Consiglio Direttivo deve provvedere alla compilazione del bilancio sociale che deve essere sottoposto all’approvazione dell’assemblea e che, ai fini di una adeguata conoscenza da parte dei soci, deve essere depositato presso la sede associativa almeno venti giorni prima dell’assemblea convocata per l’approvazione a disposizione dei soci che ne possono estrarre copia integrale o parziale a proprie spese. L’anno sociale decorre dal primo gennaio al trentuno dicembre successivo.

Articolo 17) Tutte le cariche sociali hanno la durata di cinque anni e sono rinnovabili.

Articolo 18)
Il presente statuto può essere modificato soltanto con la deliberazione dell’assemblea dei soci in sede straordinaria.

Articolo 19) Per deliberare lo scioglimento dell’Associazione occorre in assemblea la presenza ed il voto favorevole di almeno i due terzi dei soci.

Articolo 20) Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente statuto, si fa riferimento alle norme contenute nel Codice Civile e nelle leggi speciali, anche di carattere tributario, vigenti in materia di associazione non riconosciuta ed in particolare dal D.Lvo 4/12/1997 n.460.


Andria, 27 Aprile 2010